Visualizzazioni totali

mercoledì 21 luglio 2010

tenda in lino

E questa è la tenda della mia camera, che ho fatto durante alcuni anni nei momenti in cui andavo a tenere compagnia a mio padre malato, che è mancato 10 anni fa. Ricordo che mi diceva scherzando: "Ge d'apu arroscia cussa cosa chi portas sempri a tragu" cioè "mi ha stufato quel lavoro che hai sempre appresso". Oppure diceva: "Ita ses fendi una pariga de murandinas a mei?" cioè "Che fai un paio di mutande per me?" E ridevamo alla battuta. Povero babbo!!!!

Un saluto da Elisabetta

giovedì 8 luglio 2010

Oggi ho fatto un...esperimento, ho tinto in lavatrice una tovaglia e due strofinacci damascati bianchi che erano tutti un pò ingialliti e mi sembra che il colore (della coloreria italiana) sia venuto bene, non vi pare?

Ora mi resta da fare un altro lavoro su una stoffa grezza di lino puro tessuta al telaio: vorrei schiarirla perchè è di lino naturale molto scuro. Ho comprato il decolorante della coloreria italiana, ma esito a usarlo perchè la stoffa è preziosa e non vorrei guastarla. Che mi dite? Ciao da Elisabetta

venerdì 2 luglio 2010

Che ve ne pare?

Questi sono alcuni dei miei centri in filet a modano con disegni tipici sardi ricamati con filo di lino






Gioielli di Andreana



Questi sono due fazzoletti in tulle da costume sardo di proprietà della mia amica Andreana che appartenevano alla suocera, donna dalle mani d'oro!


questa invece è una camicia della mamma di Andreana, deceduta lo scorso anno a quasi 99 anni. Guardate i particolari dei petali dei fiori!!!Aveva anche leile mani d'oro!


Questo è uno dei suoi lavori più recenti.Anche Andreana non scherza con le mani d'oro!
Ditemi il vostro parere!
Ciao da Elisabetta
 
Statistiche